Interviste d’inizio campionato ai nostri nuovi acquisti

standard

Interviste d’inizio campionato ai nostri nuovi acquisti

A pochi giorni dall’esordio in campionato contro la Virtus, il Tre Fiori presenta i suoi nuovi acquisti. Alcuni di loro ci raccontano il loro passato sportivo e cosa si aspettano da questa nuova avventura.

Massimo Camilli, attaccante classe ’95 proveniente dal Brescia, ha le idee chiare: “Spero di fare tanti gol. All’inizio non sapevo cosa avrei trovato qua, ma in poco tempo mi sono ambientato. Mi sento bene, il gruppo è ottimo e i ragazzi sono molto simpatici. Sono convinto che faremo una grande stagione”.

Un altro acquisto dal club bresciano è il difensore classe ’96 Alessio Gabrielli: “L’ultima stagione l’ho trascorsa al Varese in Serie D, poi sono tornato a Brescia dal prestito ed ora Tre Fiori. Non sapevo di questo campionato ma me ne hanno parlato bene. Effettivamente è stato facile ambientarsi, spero sia una stagione positiva e che ci porti dei risultati”.

A chiudere il terzetto dei giocatori provenienti dal Brescia c’è il difensore classe ’96 Simone Galassi: “Ho iniziato nelle giovanili del Cesena fino ad arrivare alla Primavera, poi tre anni fa è arrivato il trasferimento a Brescia. In prima squadra non ho mai esordito, sono sempre stato girato in prestito a squadre come Romagna Centro (Serie D) e Meldola (Eccellenza). Ora il Tre Fiori, dove ho subito legato con i compagni. La squadra è pronta e possiamo levarci ottime soddisfazioni”.

Ora è il turno di due giovanissimi che provengono dal settore giovanile sammarinese. Il difensore classe ’97 Michele Carlini racconta le sue sensazioni:” L’anno scorso ero al Tropical Coriano, bella esperienza nella quale abbiamo anche raggiunto la semifinale playoff. Ora riparte una nuova stagione, sono pronto e cercherò di dare il massimo. Puntiamo a raggiungere i playoff ed arrivati lì ce la giocheremo con tutti”.

L’attaccante classe ’97 Paolo Verri sa di avere concorrenza ma non demorde: “Non vorrei lasciare tutti i gol ai miei compagni di reparto, qualcuno vorrei farlo anche io. Scherzi a parte, sono giovane ma partire col piede giusto è un bel biglietto da visita per il futuro. È la mia prima esperienza nel campionato interno, abbiamo un ottimo gruppo. L’Under 21? È tutto nuovo per me, ma so che lavorando sodo una chiamata potrebbe arrivare”.

Altro sammarinese è Andrea Tamagnini, centrocampista classe ’97 proveniente dalla Libertas:”Daremo il meglio per raggiungere i playoff su entrambi i fronti, arrivati lì vediamo cosa succederà. Oltre al Tre Fiori penso anche alla Nazionale Under 21 con la quale già mi alleno e che spero di far parte dei convocati per le prossime sfide”.

Oltre ai nuovi acquisti, anche il capitano Matteo Andreini dice la sua: “Sono passati tanti anni dal mio esordio, ma la voglia di vincere è sempre la stessa. Anno dopo anno siamo sempre più vicini. Ai playoff basta poco per passare da una sconfitta a una vittoria, negli ultimi anni ci è mancata un po’ di fortuna…”.

Chiude Davide Succi che ci racconta le sue impressioni: “Vogliamo i playoff. I nuovi acquisti sono ottimi e li ho visti carichi. I favoriti per quest’anno? Il Tre Penne la scorsa stagione mi ha impressionato per l’organizzazione, ma su partita secca ce la giochiamo con tutti. Non abbiamo paura di nessuno ”.

standard

Intervista al Direttore Sportivo Aster Casali

I risultati della 20a giornata:

TRE FIORI – FOLGORE (0-0) 1-3
49′ Perrotta calcia fuori un rigore (F)
59′ Ceschi (F)
85′(r) Romano (TF)
91′(r) Perrotta (F)
94′ Della Valle (F)

 

Pubblichiamo una breve intervista al direttore sportivo Aster Casali.

Quali erano i vs obiettivi 2016?

Il nostro obbiettivo era raggiungere i play off in entrambe le competizioni quindi siamo già molto contenti visto che vi erano squadre con rose più complete e con baget superiori a noi. Questo non vuole dire che no c’è la giocheremo anzi cercheremo di arrivare in finale in tutte le due competizioni.

Quale squadra le fa più paura? E chi può essere il giocatore decisivo?

Rispetto di tutte le squadre ma allo stesso tempo se si vuole arrivare in fondo bisogna affrontare tutti.

Si è vero siamo un gruppo con tanti giocatori di esperienza non saprei ma devo fare un nome dico Buda Samuele .

Ci parli di udinese accademy.

È un progetto che cerca di portare la professionalità di una squadra come l udinese che negli anni ha lanciato tantissimi giovani. Con questo progetto vogliamo cercare di fare crescere i nostri calciatori con l’auspicio di avere dei futuri campioni.

Programmai futuri?

Ci siamo accorti che fare calcio non è più come una volta le cose sono cambiate bisogna essere più professionali e per questo stiamo cercando di dare un nuovo assetto alla società consapevoli che il dna della tre fiori e quello di vincere non per questo siamo la società più vincente di San Marino. A livello tecnico cercheremo di continuare il rapporto con il Cesena e il Brescia .