Il Tre Fiori chiude il mercato con sei acquisti, due per ogni reparto.

standard

Il Tre Fiori chiude il mercato con sei acquisti, due per ogni reparto.

Il Tre Fiori si prepara alla ripresa del campionato dopo il lungo stop causato dalla pandemia con un mercato invernale molto attivo. Ben sei i nuovi giocatori che indosseranno la maglia dei campioni del Titano, altrettanti quelli che salutano i gialloblù.

Finisce l’avventura con il Tre Fiori per due difensori, il francese Bilendo e l’italiano Stelitano, arrivato come ultimo colpo del mercato estivo, così come per i centrocampisti Pier Francesco Figone e Giovanni Bonini. Due addii anche in attacco, reparto nel quale è in procinto di partire Del Sante, arrivato all’inizio di questa stagione e che saluta anche Bojan Gjurchinoski, in gialloblù dall’estate del 2019.

Per sei giocatori che vanno, sei nuovi giocatori sono pronti a mettersi agli ordini di mister Cecchetti. Per il reparto avanzato i gialloblù puntano su Patrik Bordon, attaccante centrale sloveno classe 1988, nella passata stagione in campo con i lituani del Panevezys e su Matteo Sartori, attaccante cattolichino del 1991, fino a dicembre in forza alla Marignanese con un passato giocato sul Titano con la maglia del San Marino calcio all’inizio della carriera.

A puntellare la difesa ci penseranno invece Simone Rea, difensore centrale nato nel 1993 con una carriera in varie squadre di serie D prima del passaggio al Bangor City (Galles) e da settembre dell’anno scorso ancora serie D con la Marignanese e Giuseppe Gargiulo difensore centrale classe 1997, svincolato dopo una prima parte di stagione giocata con la maglia del Team Nuova Florida (serie D, girone G).

Novità anche a centrocampo: è gialloblù il giovane sammarinese Giacomo Matteoni, classe 2002, proveniente dal Diegaro e anche Tommaso Domini, duttile centrocampista cesenate classe 1997 che arriva dal Novafeltria.

“Nel gruppo c’è molta voglia di riprendere a giocare dopo tanto tempo senza partite – spiega il direttore tecnico del Tre Fiori, Giorgio Leoni -. Per mesi siamo andati avanti con gli allenamenti individuali, ora invece riusciamo a vederci sul campo, sempre rispettando i protocolli di sicurezza anti Covid e anche i nuovi arrivati si sono già inseriti. Abbiamo fatto parecchi cambiamenti in questa sessione di mercato, puntando su giocatori bravi, esperti, in grado di adeguarsi a diverse soluzioni tattiche. Siamo soddisfatti, anche se ovviamente le reali verifiche arriveranno solo dal campo. Di sicuro sono stati tutti acquisti mirati. Ripartiremo in campionato domenica 28 febbraio contro il San Giovanni, gara importante che ci può riportare più in alto in classifica. Deteniamo Coppa Titano, Supercoppa e scudetto: i nostri obiettivi non possono che essere quelli di riconfermarci al vertice. Siamo pronti a provarci con il massimo impegno”

 

Giorgia Bertozzi

Il Tre Fiori continua ad allenarsi “a distanza” in attesa della ripartenza Il tecnico Matteo Cecchetti: “Purtroppo non abbiamo ancora notizie, ma abbiamo organizzato delle sedute individuali di lavoro per tenere in forma i ragazzi e devo dire che tutti si stanno impegnando a fondo”

Buongiorno mister, oggi si sarebbe dovuta giocare la gara dei quarti di finale di Coppa Titano, invece il calcio sammarinese è ancora fermo. Ci sono novità? “Purtroppo non abbiamo ancora notizie di una possibile ripartenza delle competizioni”. È laconico il tecnico del Tre Fiori, Matteo Cecchetti, ad un mese esatto da quel comunicato ufficiale arrivato dalle autorità sammarinesi il 29 ottobre scorso che ha fermato lo sport sammarinese.

“In sostanza credo che non riusciremo a ripartire almeno fino al nuovo anno – continua Cecchetti -, ma per fortuna posso contare su un gruppo che ha grande voglia e sta dimostrando impegno e attaccamento alla maglia anche in questo complicato periodo. Non è mai facile tenere tutti sulla corda quando non si gioca, ma abbiamo organizzato delle sedute individuali di lavoro per tenere in forma i ragazzi e devo dire che tutti si stanno impegnando a fondo. Spero che lo facciano anche durante il mese di dicembre e le festività natalizie, perché vogliamo farci trovare subito pronti al momento della ripartenza. Siamo tutti in trepida attesa: ci manca il campo e ci mancano le partite”.

Il 2020 quasi sicuramente si chiuderà con le partite del 24 ottobre scorso e una classifica che resta più che mai provvisoria: Libertas, Virtus, San Giovanni, Murata, Folgore, Pennarossa, Cailungo e Faetano hanno giocato 6 partite, mentre insieme al Tre Fiori, anche La Fiorita, il  Tre Penne, il Domagnano, la Juvenes/Dogana e il Fiorentino 5 e il Cosmos solamente 4. “Per come sta andando la situazione – conclude Cecchetti – non credo che riusciremo a rispettare le 30 giornate che erano state programmate per questa stagione e il campionato dovrà essere nuovamente rimodellato. Una difficoltà in più per tutti, ma non vogliamo abbatterci. Anzi. In attesa di un segnale per riprendere continuiamo gli allenamenti individuali con grande impegno da parte di tutti”.

 

Giorgia Bertozzi

Il calcio sammarinese si ferma ancora per contenere i contagi da Covid-19. 
Il DG del Tre Fiori, Giacomo Benedettini: “Avremmo sperato tutti che non ce ne fosse bisogno, ma se le autorità hanno optato per questa scelta, non possiamo che adeguarci e fare questo sacrificio per il bene di tutta la comunità”

Non lascia spazio alle interpretazioni il comunicato ufficiale della Segreteria di Stato allo Sport, che ferma tutte le competizioni sportive per limitare i contagi da Covid-19 sul territorio. Nella nota si legge: “Sospensione di qualsiasi competizione e/o evento sportivo (allenamenti esclusi) organizzati sotto l’egida delle Federazioni sammarinesi e/o società affiliate a partire dalla giornata di oggi – 29 ottobre 2020 – e fino ad ulteriore comunicazione”.
La decisione è stata subito recepita dalla Federcalcio Sammarinese, tenendo conto di quanto già comunicato dal CONS, anche anticipando il Decreto Legge che arriverà in questi giorni. Dal 29 ottobre dunque, per tutte le squadre è consentito solamente allenarsi, mentre si attende di sapere quando sarà possibile riprendere campionato e Coppa.

“Purtroppo ancora una volta siamo costretti a fermarci – commenta il direttore generale del Tre Fiori, Giacomo Benedettini -. Ovviamente avremmo sperato tutti che non ce ne fosse bisogno, ma se le autorità hanno optato per questa dolorosa scelta, non possiamo che adeguarci e fare questo sacrificio per il bene di tutta la comunità. Dopo lo stop della scorsa primavera che ha fatto finire anticipatamente il campionato e dopo il difficile inizio di questa nuova stagione in cui ci siamo adeguati ai protocolli e ai controlli, abbiamo sperato che la situazione andasse migliorando e si potesse tornare a giocare con una certa continuità. Purtroppo non ci sono le condizioni. Continueremo comunque a lavorare, programmando con lo staff tecnico allenamenti di squadra e individuali secondo le esigenze dei singoli giocatori, in modo da farci trovare pronti appena sarà possibile riprendere l’attività agonistica”.

 

Giorgia Bertozzi

standard

Stefano Del Sante: il nuovo attaccante gialloblu

Stefano Del Sante è l’attaccante del Tre Fiori
Perugino, classe ‘87, è un attaccante centrale con una carriera tra i professionisti e gli ultimi tre anni in D

“Sono qui per aiutare i compagni a centrare tutti gli obiettivi. Darò il massimo: non vedo l’ora che sia sabato per conoscere il gruppo”

Si chiama Stefano Del Sante la punta di diamante del Tre Fiori 2020/2021. L’attaccante perugino classe 1987 ha trovato l’accordo con la società di Fiorentino, che gli ha affidato il compito di portare gol e fare la differenza in questa stagione, con l’obiettivo di bissare la vittoria dello scudetto nazionale e centrare una nuova qualificazione nelle coppe europee. Del Sante per riuscirci i numeri li ha tutti, a cominciare da una carriera che lo ha visto protagonista per tanti anni in Serie C (tra le squadre più blasonate Mantova, Varese, Ancona e Juve Stabia) e nelle ultime tre stagioni in D con le maglie di Prato, Forlì e Bastia.

“Sono felice di questa scelta – spiega il neo-attaccante gialloblù -. Alcuni amici, compreso il difensore Ferrario che ci ha giocato, mi hanno parlato bene del campionato di San Marino e la mia volontà di tornare in zona dopo le esperienze a Forlì mi hanno fatto decidere di incontrare i dirigenti del Tre Fiori. Mi hanno fatto subito un’ottima impressione e trovare un accordo non è stato difficile. Non vedo l’ora che arrivi sabato per aggregarmi alla squadra e cominciare questa avventura”.

Il campionato sammarinese però è alquanto diverso da quelli italiani, non solo per la formula. Ha gli stimoli necessari? “Non conoscere questo campionato è di per sé uno stimolo in più. E’ un orgoglio per me che mi abbia cercato la squadra campione in carica e ce la metterò tutta per fare bene e aiutarli a riconquistare il titolo. Mi metto a disposizione dell’allenatore e mi prendo la responsabilità di portare gol alla causa per ricambiare la fiducia che mi hanno accordato”.

Quali sono le sue peculiarità? “Sono un attaccante centrale, anche se negli ultimi anni per esigenze tecniche mi sono adattato a confezionare assist per i compagni più che a finalizzare. Le mie caratteristiche fisiche mi portano a stare in area e a colpire quando c’è l’occasione, anche se non ho mai disdegnato di aiutare la squadra giocando di sponda e dando una mano ai compagni”.

C’è una promessa che vuole fare ai suoi nuovi tifosi che la aspettano con trepidazione, anche per consolarsi di essere usciti dall’Europa League senza troppo demeritare? “Posso promettere che darò tutto me stesso per questa maglia e che li aiuterò a tornare in Europa per riprendersi quel che non sono riusciti ad ottenere quest’anno. Con loro voglio raggiungere tutti gli obiettivi che si è prefissata la società”.

 

Giorgia Bertozzi

standard

Il Tre Fiori blinda la difesa con Davide Simoncini, che al Tre Fiori ritrova il fratello Aldo

“Qui posso togliermi belle soddisfazioni e iniziare subito con il preliminare di Champions è davvero stimolante. Metto al servizio dei compagni la mia esperienza internazionale: se diamo tutto e pensiamo da squadra possiamo raccogliere ottimi frutti”

Tutta l’esperienza di Davide Simoncini al servizio del Tre Fiori. E’ il difensore della Nazionale sammarinese il primo volto nuovo in casa gialloblù in vista della sfida dei preliminari di Champions contro i nordirlandesi del Linfield. Difensore, classe 1986, 57 presenze in Nazionale, Simoncini ritrova al Tre Fiori il fratello Aldo Junior, che da due anni difende la porta della squadra di Fiorentino.

“Per me è la prima esperienza con il Tre Fiori (dopo una vita calcistica passata tra campionati italiani e Liberatas, ndr) e ho subito capito di aver trovato un ottimo ambiente e una buonissima squadra, con la quale togliermi belle soddisfazioni. Conoscevo già mister Cecchetti, ovviamente Aldo e anche altri ragazzi che sono nel giro della Nazionale. Sono davvero felice di iniziare questa esperienza”.

Niente rodaggio in campionato: l’esordio sarà subito un test di quelli che da soli valgono un passo dentro la storia. “Iniziare questa nuova avventura con la Champions League è un obiettivo molto stimolante – conferma Simoncini –. Sarà subito un esame impegnativo, ma di partite internazionali ne ho già giocate parecchie e questo aiuta a tenere a freno l’emozione. Oltre alle gare in Nazionale, ho avuto anche due esperienze nelle Coppe europee, precisamente nei preliminari Uefa con la Libertas. Insomma, so già cosa mi aspetta”.

Proprio l’esperienza internazionale sarà l’arma in più da giocare per Davide Simoncini: “A noi più esperti la società chiede questo, ovvero di aiutare i compagni a capire la mentalità con cui si affrontano questi impegni. In campo internazionale non si può sbagliare praticamente nulla perché nella quasi totalità dei casi devi affrontare dei professionisti. Non è come giocare una gara di campionato, né di play-off. Sarà così anche con il Linfield, squadra nordirlandese dalla grande esperienza internazionale anche nei suoi elementi più giovani. Ancora non ci siamo soffermati troppo a studiare gli avversari, perché prima dobbiamo prepararci bene fisicamente soprattutto dopo tutti i mesi in cui ci siamo dovuti fermare per la pandemia”.

Come procedono gli allenamenti? “Riprendere dopo il lockdown non è stato semplice, la prima settimana soprattutto – continua Simoncini -, ma per fortuna ora va molto meglio e abbiamo ripreso le misure sia con la fatica fisica, sia col campo a livello tattico”.

A proposito di tattica, mister Cecchetti ha detto che sta pensando di utilizzare la difesa a tre. Come ti trovi con questo modulo? “Bene come con gli altri. In questi anni ho giocato con tutti i moduli, dalla difesa a tre alla zona, alla marcatura a uomo. Ma quello che conta non sono i numeri, ma la mentalità con cui si va in campo. Per fare bene dovremo dare tutti il 110%, anzi il 120% e pensare da squadra, in modo univoco. Sono sicuro che così facendo raccoglieremo ottimi frutti anche contro un avversario fortissimo come quello che ci aspetta. La mentalità, specialmente in una partita da dentro o fuori come questa, diventerà la carta più importante da sfruttare per un buon risultato”.

 

Giorgia Bertozzi

standard

Il Tre Fiori vince il campionato 2019-2020

E’ ufficiale! Il Tre Fiori vince  il campionato 2019-2020, aggiudicandosi anche quest’anno il titolo di campione sammarinese. Nonostante il difficile periodo che siamo stati costretti a dover affrontare, i risultati ottenuti dalla squadra prima di questo lockdown hanno permesso di raggiungere l’obiettivo e confermarsi campioni ancora una volta. Carichi di determinazione e  grinta per raggiungere altri traguardi, il Tre Fiori è pronto a prepararsi per i turni preliminari di Champions League. Dopo una lunga attesa si potrà finalmente tornare in campo!

standard

Tre Fiori VS Kí Klaksvík

Manca poco alla partita di ritorno e abbiamo bisogno di tutto il vostro sostegno! Vi aspettiamo giovedì 4 luglio al San Marino Stadium!
I biglietti sono acquistabili al botteghino al prezzo di 8€.

#forzatrefiori
#SIAMOILTREFIORI💛💙

standard

Dopo 9 anni la Coppa Titano torna nella bacheca del Tre Fiori

A distanza di 9 anni dall’ultima volta il Tre Fiori FC é tornato a disputare una finale di Coppa Titano. Il goal di Nicolas Castro riporta la Coppa più antica di San Marino nella bacheca del Tre Fiori. Questo successo garantisce la presenza almeno in Europa League dove l’anno scorso i gialloblù hanno conquistato un primato importante: la prima squadra sammarinese a qualificarsi grazie alla vittoria 3-0 nell’andata contro il Bala Town. Al termine delle vacanze pasquali si é ripartiti alla grande vincendo l’andata dei quarti di finale. La grinta della squadra e la forte determinazione dei nostri giocatori mirano all’obiettivo della finale. Per l’eventuale occasione ci auguriamo di contare sulla presenza di Cristian Zaccardo che il 2 maggio si sottoporrà ad un’operazione. Sicuramente il nuovo acquisto sarà partecipe alla spedizione europea!

standard

Il campione Cristian Zaccardo indosserà ufficialmente la maglia gialloblu

Annunciamo ufficialmente il nostro nuovo acquisto. Cristian Zaccardo é un giocatore del Tre Fiori e da fine marzo si unirà alla squadra per dare il massimo in questo campionato.

Il difensore terzino, classe 1981, ha un passato ben noto. Dopo 4 stagioni con la maglia da titolare nel Palermo, viene acquistato dal club tedesco del Wolfsburg con il quale ha conquistato un campionato tedesco e negli anni successivi si trasferisce per due stagioni al Milan.

Campione del mondo con la nazionale italiana nel 2006 ha vinto l’Europeo di categoria nel 2004 con la selezione under-21.

Il campione modenese continua la sua carriera nel Tre Fiori che lo accoglie con un caloroso benvenuto. La sua esperienza e determinazione saranno un’importante valore aggiunto per la nostra squadra.

standard

Il vice presidente Mauro Amici analizza la prima parte della stagione 2017/2018

Il Tre Fiori F.C si ferma per la pausa invernale con alle spalle una prima parte di campionato decisamente convincente. Primi nel gruppo B con 25 punti in 11 partite. Risultati che fanno ritornare la voglia, alla squadra più titolata della Repubblica di San Marino, di alzare quel trofeo che manca dalla stagione 2010-2011.

Inizio stagione che ha sorpreso anche il vice presidente della società Mauro Amici: “Pensavo che quest’anno saremmo stati competitivi ma non mi sarei mai aspettato dei risultati del genere dopo la scorsa stagione”.

Che valutazione da al Tre Fiori fino ad oggi?

Un voto molto alto. Siamo partiti lo scorso anno con un progetto per integrare giovani sammarinesi che creassero una prima ossatura della squadra. Quest’anno abbiamo integrato con giocatori italiani che stanno facendo la differenza.

Cose le piace maggiormente di questa squadra?

Il carattere e la grinta che mettono tutti in campo, merito anche del grandissimo lavoro che sta facendo mister Matteo Cecchetti. Sono molto orgoglioso anche dei nuovi arrivati, a volte ex professionisti del loro calibro vengono a San Marino per “svernare” loro invece hanno tutti una grandissima voglia di vincere e mettersi in gioco.

Come le sembra il gruppo che si è formato?

Un bellissimo gruppo direi, inizialmente non ero convintissimo visto anche i molti volti nuovi, pensavo potessero esserci problemi ma invece mi sbagliavo. Si sta formando una squadra molto unita.

Cosa dobbiamo aspettarci nei prossimi mesi?

Il sogno è sempre quello di tornare a vincere un trofeo. Io, il direttore generale Giacomo Benedettini e il direttore sportivo Aster Casali ci stiamo anche già muovendo sul mercato per rinforzare la squadra. Abbiamo già preso un giocatore ma non posso dirvi altro…

La società Tre Fiori F.C coglie anche l’occasione di augurare a tifosi, calciatori e appassionati di calcio sammarinese BUON NATALE E FELICE 2018!