Storia e Società

Scopri la nostra storia

Nell’anno 1949, nel Castello di Fiorentino, i fratelli Pio e Bruno Ceccoli, Temeroli Pierini e Lettoli Pasquale (Lino) fondarono il Gruppo Sportivo denominato “G.S. Fiorentinese”.

La Società, con l’ausilio del finanziatore e socio Gino Ceccoli, noto commerciante di biciclette, iniziò i primi passi nell’attività del ciclismo.

Il Gruppo sportivo “G.S. Fiorentinese” con alla guida il Presidente Ceccoli Pio, il quale resse l’incarico dal 1949 al 1968, iniziò un’assidua attività con i giovani del luogo organizzando e partecipando alla pratica del ciclismo.

Fra i giovani atleti tesserati nel “G.S. Fiorentinese” possiamo ricordare Casali Bruno, Albani (detto Arioun), Mazza Alvaro (detto Cimatti) e Ceccoli Giuseppe Maria, ad oggi socio nella società Tre Fiori.

Tra tutti si distinse un ragazzo in particolare: Martinini Leo partecipo’ anche a diverse gare nazionali ed internazionali e si distinse ad alti livelli con vittorie e piazzamenti, culminando nella partecipazione ai Campionati del Mondo nel 1951 e alle olimpiadi di Helsinki nel 1952.

A partire dalla metà degli anni ‘50 il “G.S. Fiorentinese” si dedicò oltre al ciclismo ad altri sport quali la boxe, la pesca ed il calcio.

Negli anni ’60 il Gruppo si trasformò nella Società Polisportiva Tre Fiori, il cui nome deriva dallo stemma del Castello di Fiorentino così come i colori sociali (giallo e blu).

Il gioco del calcio nacque intorno alla parrocchia di Fiorentino con la supervisione del parroco Don Baroni, si praticava nel piazzale della parrocchia e le squadre che parteciparono in quegli anni a sfidare i ragazzi di Fiorentino erano quelle limitrofe: il Città, il Borgo Maggiore ed il san Giovanni.

A metà degli anni ‘60 venne costruito il campo di calcio di Fiorentino, poi restaurato negli anni 2000, e da sempre rappresenta uno dei campi sportivi maggiormente all’avanguardia, dopo lo Stadio Olimpico di Serravalle.

Il Campo Sportivo di Fiorentino in quei tempi, offriva al calcio, la struttura più agevole ed organizzata dell’intera Repubblica; nel 1968 fu il primo campo ad essere munito dell’impianto di illuminazione.

Anche per questo motivo si allenavano nel campo di Fiorentino il NAGC (Nucleo Addestramento Giovani Callciatori) e la squadra Serenissima che disputava il campionato Italiano di serie D.

Con la Presidenza di Ceccoli Pio, la Polisportiva Tre Fiori vinse la Coppa Titano nel 1966.

Nell’anno 1968 divenne Presidente della Polisportiva Tre Fiori Mancini Gilberto, in carica fino al 1971, il cui successore Sacanna Walter rimase in carica fino al 1974, vincendo ben 2 Coppe Titano nel 1971 e nel 1974. Nell’anno seguente Mancini Gilberto venne nuovamente eletto e vinse la Coppa Titano del 1975.

Fu in questi anni che fecero parte della squadra, prima nel settore giovanile, poi nei dilettanti, anche i futuri commissari tecnici: Giorgio Leoni, Giuseppe Canini e Gianpaolo Mazza.

Nel 1975 venne nominato Presidente Ceccoli Pier Luigi che ,assieme al Segretario Canti Pier Marino, gestì nella seconda metà degli anni ‘80 il delicato momento della scissione della Polisportiva Tre Fiori.

Dalla Società uscirono alcuni soci e fondarono un’altra Società nel Castello di Fiorentino denominata S.S. Montevito, ad oggi Associazione Sportiva Fiorentino F.C.

La Presidenza di Ceccoli Pier Luigi si concluse nel 1987 conseguendo una Coppa Titano nel 1985 per poi trovarsi a svolgere alla FSGC la carica di Vice Presidente per diversi anni.

In questo periodo la Polisportiva Tre Fiori partecipò più volte anche al Campionato italiano di terza categoria, arrivando sino alla promozione in seconda categoria.

Successivamente subentrò alla Presidenza Gualtieri Giuseppe, che restò in carica sino al 1992, aggiudicandosi il campionato Sammarinese 1988 e il trofeo federale 1991.

Nel 1993 divenne Presidente della Polisportiva Tre fiori, ad oggi rinominata Associazione Società Sportiva TRE FIORI F.C., Casali Marino, attualmente ancora in carica, con un palmares di tutto rispetto: 12 titoli di cui 6 Campionati Sammarinesi 1993 – 1994 – 1995 – 2009 – 2010 e 2011; 2 Coppe Titano 2010 e 2019; 3 Trofei Federali 1993 – 2010 e 2011 ed infine una Supercoppa nel 2019.

Con la stessa Presidenza la Società ha partecipato anche a 3 preliminari di Champions League e due preliminari di Europa Lague.

Dal 2004 la A.S.S. Tre Fiori F.C. partecipa anche all’attività del Futsal, segnando la vittoria di 3 Campionati nel 2008 – 2016 e 2017 e 3 Futsal cup nel 2007 – 2016 e 2017 e una Supercoppa nel 2017.

Sempre con il Futsal la Società ha inoltre partecipato a 2 preliminari di Champions League.

Le ultime vittorie conquistate sono la Coppa Titano nel 2018-2019 e nell’anno successivo 2019-2020 Supercoppa e Campionato.

La società oggi

NOME SOCIETA’: TRE FIORI F.C.
PRESIDENTE: Marino Casali
VICE PRESIDENTE: Pier Marino Canti
DIRETTORE GENERALE: Giacomo Benedettini
TESORIERE: Enzo Conti
DIRETTIVO: Federico Amici – Mauro Amici – Nicola Canarezza – Matteo Canini – Giuseppe Maria Ceccoli – Sandro Della Valle – Giuliano Moraccini
WEB SITE: www.trefiori.sm
1° ALLENATORE: Matteo Cecchetti
CAPITANO: Francesco Lunardini

Giocatori Celebri

Manolo Pestrin

“Gioca come Zidane, mena come Bruce Lee” è conosciuto così nel mondo del pallone. Classe 1978 Pestrin è un centrocampista di grande esperienza e muscoli. Nella sua carriera ha vestito le maglie di Palermo, Cesena, Messina, Torino, Salernitana, Frosinone, Cremonese e Ascoli per citarne alcune.

Il suo palmarès dice: 206 presenze in Serie B con 8 gol e 6 assist oltre a 16 presenze in Serie A impreziosite da due assist. Vanta anche la vittoria di un campionato di Serie C e una Coppa Italia Lega Pro.

Un capitano, un lottatore, sempre il primo su ogni pallone, il nostro Bruce Lee gialloblu!

Sossio Aruta

La parte più significativa della sua carriera è stata l’esperienza biennale di Ascoli in Serie C1. Tuttavia ha disputato anche alcune partite in serie B ai tempi del Pescara. Ha militato in diverse squadre del Sud come Benevento, Puteolana e Frosinone. Proprio a Frosinone viene sanzionato con una pesante squalifica per rissa in campo al termine di un acceso derby con il Latina, vinto dai pontini in casa dei giallazzurri.

Nel 2005 ha partecipato al reality Campioni, il sogno realizzando 13 gol in 25 partite del campionato di Serie D. Dal 2009 milita nel Tre Fiori, nella campionato sammarinese di calcio. Con questa squadra, nella stagione 2009-2010, ha segnato 21 gol, di cui 14 in campionato (divenendo capocannoniere) e 7 in Coppa Titano, vincendo entrambe le competizioni. A fine stagione la sua squadra si è qualificata per il primo turno preliminare della Champions League 2010-2011. Ha pertanto fatto l’esordio in campo internazionale nella gara di andata persa per 3-0 contro i montenegrini del Rudar Pljevlja il 30 giugno 2010, giocando titolare.

Nell’estate del 2011 si accorda con gli emiliani della Rubierese, giocando in Promozione, l’unica categoria del calcio italiano (assieme alla Serie A) in cui ancora non aveva mai militato. A gennaio 2014 firma per l’Hatria calcio, squadra militante nel campionato di Promozione abruzzese girone A.

Il 6 novembre 2014 firma con la Scafatese 1922, formazione militante nel campionato di Eccellenza Campana (Girone B), guidata in panchina da Luigi Incitti.

Massimiliano Marchetti

PORTIERE

Data di nascita 11 Novembre 1970
Nazionalità Italiana
Peso forma 93kg
Altezza 193cm
Ruolo Portiere

CARRIERA PROFESSIONISTA
2008 – 2010 Tre Fiori
2010 – 2011 Tre Fiori
2013 – 2015 Tre Fiori
TUTTO IL PALMARES
TITOLO SQUADRE STAGIONE
Campionato Sammarinese Tre Fiori 2009

Gianbattista Scugugia

Ha esordito a 17 anni in prima squadra con la maglia dell’Olbia in Serie C2. Ha militato in varie squadre italiane di Serie B e Serie C tra cui Perugia e Siena. Ha toccato i suoi livelli più alti giocando in Serie A con il Cesena tra il 1988 e il 1990 e poi con il Cagliari nella stagione 1996-1997. La sua ultima squadra professionistica è stata la Sangiovannese dove ha militato in Serie C1 fino al 2008.

Fino al dicembre 2008 ha militato nel Savona in Serie D, per poi passare al Tavolara. Dal dicembre 2009 al giugno 2013 è rimasto a giocare sempre in Serie D, indossando la casacca azzurra del Budoni. Per la stagione 2013-2014 viene ingaggiato dal Tre Fiori nel campionato sammarinese. Dopo essere rimasto svincolato a fine stagione, il 5 novembre 2014 all’età di 44 anni trova l’accordo con il Romagna Centro, formazione del campionato di Serie D girone D.

Squadra di calcio ROMAGNA CENTRO
Ruolo DIFENSORE
Nazionalità ITALIA
Nato il 07/10/1970
Nato a OLBIA(SS)
Altezza 180
Peso 79

Un quasi ex: Gene Gnocchi

Il Tre Fiori ingaggia Gene Gnocchi per la Champions League

[SMNsport] Fantasia al potere per il Tre Fiori, appena laureatosi campione di San Marino dopo 14 anni di attesa. Per i preliminari di Champions League a cui accede di diritto, la società gialloblù si è regalata un colpo a sorpresa ingaggiando Gene Gnocchi. Il comico e conduttore Sky, da sempre amante del calcio e da anni alla ricerca della prima presenza in Serie A, ha colto al volo l’invito della squadra di Fiorentino. “Abbiamo pensato a lui…
… come rinforzo per la Champions già prima di giocare la finale – racconta il direttore sportivo del Tre Fiori, Aster Casali – e abbiamo subito capito di avere fatto la scelta giusta. Gene è un grande sportivo, appassionato e conoscitore di calcio, tanto da sapere già che eravamo diventati la squadra più titolata di San Marino vincendo il quinto scudetto”.

I dirigenti del Tre Fiori sono passati all’azione e Gnocchi ha subito convinto la società. “Lo abbiamo trovato allenato e in forma smagliante. Da tempo si allena in Eccellenza oltre a vantare un passato di buon livello e qualche apparizione con grandi squadre. E poi ha preso quest’avventura sul serio: sabato 19 sarà a San Marino per la presentazione della squadra e verrà con noi anche ai sorteggi di Nyon”.

Ad un personaggio eclettico come Gene Gnocchi era impossibile non regalare un ruolo da protagonista e così gli è stata donata la maglia più ambita. “Giocherà con il numero 10 perché è un autentico fantasista fuori e dentro il campo. E oltre agli assist saprà darci una bella dose di buonumore”.

Anche se la società tiene la bocca cucita, nell’ambiente si dice che Gene Gnocchi non sarà l’unico rinforzo illustre. A San Marino circola il nome di Bobo Vieri. Ma per sapere se sia solo una battuta o un colpo pronto ad essere sparato, bisognerà aspettare ancora.

Alessandro Teodorani

È stato un grande capitano gilloblù. Alessandro Teodorani nella sua carriera, conta 3 presenze in Serie A con il Cesena nella stagione 1990-1991. In seguito ha giocato 209 partite in Serie B con le maglie di Cesena, Castel di Sangro e Arezzo. Cresciuto calcisticamente nel Cesena con cui debutta in Serie A nella stagione 1990-1991 collezionando 3 presenze e retrocedendo con i romagnoli nella serie cadetta. Col Cesena resta sino al termine della stagione 1996-1997, anno in cui i bianconeri cadono in Serie C1, diventando un perno del centrocampo cesenate (nel ruolo di ala destra) con 156 presenze e 7 reti.

Nel giugno del 1994 sfiora il ritorno in serie A quando il Cesena perde lo spareggio promozione contro il Padova, disputato a Cremona e vinto dai veneti per 2-1 nonostante il Cesena fosse passato per primo in vantaggio. Nella stagione 1997-1998 passa al Castel di Sangro sempre in Serie B e disputa 28 presenze mettendo a segno una rete, ma non impedendo la retrocessione in C1 della squadra abruzzese. Nell’estate del 1998 si trasferisce alla Triestina in serie C2 e vi resta fino al giugno del 2001 collezionando in totale con i giuliani 84 presenze e segnando 7 reti.

Nella stagione 2001-2002 è al Mantova sempre in C2, ma nel gennaio del 2002 dopo aver collezionato 14 presenze con i lombardi, passa, sempre in C2, alla Sambenedettese dove con 2 reti in 12 partite giocate è protagonista della promozione in Serie C1 della squadra marchigiana che lo riconferma pure per l’anno successivo in cui gioca 30 partite segnando anche 3 gol.

Nella stagione 2003-2004 è ancora protagonista di una promozione: milita infatti nell’Arezzo che sale dalla Serie C1 alla B e Teodorani scende in campo 28 volte e ritrova il campionato cadetto dopo quasi 7 anni. Ad Arezzo infatti gioca anche in Serie B nel 2004-2005 e disputa 26 partite segnando una rete. L’Arezzo resta in Serie B, ma Teodorani passa all’Ancona in C2 dove gioca per due stagioni con 60 presenze ed una rete. In Serie D gioca a Fano nel 2007-2008 (30 presenze e un gol), e infine a Cesenatico l’anno successivo (28 partite, 6 gol).

Alessio Ballanti

DIFENSORE

Data di nascita 12 Luglio 1974
Squadra di calcio GUBBIO
Nazionalità ITALIA
Nato a ROMA
Altezza 179
Peso 73

CARRIERA PROFESSIONISTA
2009 – 2010 Tre Fiori
2010 – 2011 Tre Fiori
2013 – In questo momento Tre Fiori

Enrico Bonocore

Si mise in evidenza nell’anno in cui giocò nel Messina e segnò un gol agli avversari palermitani. Cresce calcisticamente nel Napoli, ma nella squadra partenopea non riesce mai ad esordire in campionato, finendo per giocare nei campionati minori. Gioca un anno in C-1 con la Torres, per poi passare in C-2 al Latina. Con la squadra nerazzurra gioca una sola stagione mettendo a segno 5 reti in 24 presenze. L’anno dopo viene ingaggiato dal Ravenna club di C-2 che punta alla vittoria del campionato. E proprio con la squadra giallorossa riesce a spiccare il volo arrivando con essa in Serie B in soli tre stagioni (la prima storica per il Ravenna).

Nel 1994 viene ingaggiato dal Cosenza allenato da Alberto Zaccheroni. Con la maglia rossoblù ottiene la consacrazione nel calcio cadetto, mettendo a segno 8 gol in 29 partite e diventando un idolo della tifoseria cosentina per le sue funamboliche giocate. Viene riconfermato a furor di popolo anche nella successiva stagione, ma il rapporto con il Cosenza si interrompe a novembre del 1995 quando Buonocore per problemi personali decide di tornare al Ravenna in C-1 dove ottiene subito la promozione in B. Resta al Ravenna anche per i due successivi campionati cadetti, nei quali realizza 9 reti in 64 presenze che gli valgono la chiamata del Venezia che lo fa esordire in Serie A il 13 settembre 1998 in Bari-Venezia 1-0. Tuttavia sono appena 6 i gettoni di presenza nella massima serie, perché a gennaio il Venezia lo cede alla Ternana in serie B con cui totalizza appena 25 presenze di campionato fino al gennaio dell’anno dopo, quando decide di accettare la proposta del Messina che milita in C-2. Con la formazione peloritana ripete l’impresa che fece con il Ravenna e in soli tre stagioni torna a giocare in serie B. Nel 2003 torna ancora al Ravenna in C-2, poi a gennaio del 2004 passa al Frosinone, sempre in C-2. In seguito vestirà la maglia dell’Ancona (C-2), del Montecchio (D), dell’Ischia (dilettanti), della Santegidiese (D), dell’Aversa Normanna (D), del Conca Morciano (Eccellenza).

Per la stagione 2009-2010 è stato ingaggiato dal Forlì squadra militante in Eccellenza.[1] Nella stagione 2010-2011 veste i colori dello Stuoie-Baracca calcio di Lugo di Romagna, squadra militante nel campionato di Promozione. Si trasferisce nel dicembre 2010 nella formazione del Riccione 1929, militante nel campionato di Eccellenza Emilia-Romagna Girone B, con la quale vince il campionato. Veste la maglia biancazzurra del Riccione 1929 anche per la stagione 2011/12 in Serie D

Francesco Lunardini

Nasce a Cesena e cresce a Rimini dove esordisce in Serie C a 18 anni. Milita in prestito nel Val di Sagro e al Pavia per poi tornare nel 2007 al Rimini ed esordire in serie B. Nel 2009 debutta in serie A con il Parma, dopo aver contribuito al ritorno della squadra appunto in Serie A. Successivamente gioca in prestito nel Triestina e nel Gubbio. Nell’agosto 2012 viene ceduto in prestito al San Marino e l’anno successivo viene poi messo sotto contratto dal Fano. Nelle stagioni 2019/2020 e 2020/2021 ha esordito nel campionato sammarinese come centrocampista del Tre Fiori.

Cristian Zaccardo

Classe 1981, nato a Formigine. E’ il 1991 quando viene notato dagli osservatori del Bologna e messo sotto contratto per giocare negli Esordienti rossoblu, per poi entrare a far parte 7 anni dopo nella Primavera del Bologna, arrivando ad esordire in serie A nel 2001. Ha anche giocato con le selezioni Under-16, Under-18, Under-20 e Under-21, con la quale nel 2004 ha vinto il campionato d’Europa di categoria.
Ha vestito la maglia azzurra tra il 2004 e il 2007, conquistando la convocazione mentre militava nel Palermo. Nell’estate 2008 viene acquistato dal club tedesco Wolfsburg dove segna un gol e vince la Bundesliga. Successivamente inizia la sua avventura nel Parma che dura tre stagioni e nel 2013 esordisce con la maglia rossonera che gli darà l’occasione di giocare una partita in Coppa Italia e una in Champions League. Dopo aver militato nel Carpi, nel Vicenza, nel club maltese Ħamrun Spartans, si sposta a San Marino dove con il Tre Fiori vince la Coppa Titano nel 2019. Ottimo terzino destro e difensore è diventato Campione del mondo con la nazionale italiana nel 2006 dove ha realizzato il suo primo ed unico gol in nazionale nella partita Italia-Slovenia (1-0), riuscendo a sancire la qualificazione della nazionale al campionato del mondo 2006. Nel 2019 a tredici anni da questa incredibile vittoria annuncia il ritiro dal calcio giocato.